Buoni propositi e un progetto folle

Non credo di aver mai messo nero su bianco dei buoni propositi per il nuovo anno ma, per il 2019, ho deciso di fare un’eccezione.

Al momento la lista prevede poche cose un po’ a caso e abbastanza normali:

  • leggere di più (almeno un’ora al giorno)
  • andare alla sagra della seupa vapelenentse
  • utilizzare regolarmente l’app per monitorare le mie finanze
  • fare almeno 30′ di attività fisica ogni giorno
  • svegliarmi presto (non più tardi delle 6:30) e andare a letto presto (non dopo le 23)
  • convincere la Vale a suonare più spesso il pianoforte
  • comprare tutti i regali di Natale entro il 5 dicembre
  • usare più spesso le macchine fotografiche (sia digitali che analogiche)
  • finire i tre dischi che sto registrando
  • pulire la cassetta dei gatti ogni giorno
  • scrivere regolarmente nel blog (e cambiare l’header perché fa cagare)

Cose a caso e normali, come detto, ma che incredibilmente rappresentano una sfida non semplicissima per il sottoscritto.
Al momento (dopo ben due settimane nel 2019) posso dire di essere riuscito a leggere mediamente un’ora al giorno, di aver usato regolarmente l’app per monitorare le finanze, di essermi svegliato sempre molto presto (più alle 6 che alle 6:30, così ho un’ora e mezza tutta per me – per suonare, leggere, cazzeggiare, fare attività fisica, pulire la cassetta dei gatti, prepararmi la schiscetta, etc – prima di svegliare Tilda per portarla al nido), di aver usato molto più spesso una delle macchine fotografiche che abbiamo in casa (la Canon G7x), di aver deciso che il progetto dei tre dischi sarà posticipato di qualche mese perché prima mi è venuta in mente una sfida molto più assurda in ambito musicale che dovrebbe tenermi occupato almeno per tutto il mese di febbraio, di aver pulito ogni giorno o quasi la cassetta dei gatti (una pratica quasi zen). E con oggi potrei anche aver ricominciato a scrivere regolarmente nel blog, visto che gira voce che il 2019 sarà l’anno del ritorno dei blog.

Tornando al discorso del leggere almeno un’ora al giorno, ecco i libri che voglio leggere entro la fine di febbraio.

Bad Man lo sto già leggendo e mi sta piacendo un bel po’.

Per quel che riguarda invece il progetto che dovrebbe tenermi occupato tutto il mese di febbraio, è una roba totalmente folle che probabilmente abbandonerò dopo due giorni, ma magari no: vorrei registrare e pubblicare ogni mattina una canzone nuova. Una roba così: mi sveglio, vado al cesso, poi mi metto nella stanza in cui ho gli strumenti e il macbook e registro una canzone.
Nuova.
Ogni mattina.
Tra le 5:30 e le 7:45.
Anche nel weekend.
Alle 7:45 la canzone deve essere online su bandcamp.

Ce la farò?
Boh.

3 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*