Libri, emozioni e scoperte

Cerco di controllare il mio orgoglio di mamma per quanto possibile ma su alcune cose purtroppo esonda inarrestabile. Quello su cui proprio non riesco a mantenere un distaccato aplomb è la passione di Tilda per i libri. Abbiamo iniziato da quando aveva pochissimi mesi a “leggere” insieme libri dedicati ai bimbi più piccoli e ora che ha due anni e mezzo non solo abbiamo momenti fissi dedicati alla lettura insieme ma durante la sua giornata spesso sceglie autonomamente di rincantucciarsi nella sua tenda con un libro da sfogliare, raccontandosi ad alta voce le storie che segue attraverso le illustrazioni. Ogni sera sceglie un paio di libri nella sua vastissima libreria da leggere insieme, oltre al libro speciale preso in biblioteca nelle nostre visite settimanali.

Oltre all’intrattenimento stiamo usando molto i libri anche per affrontare il momento complicato dell’affermazione del sé e della gestione delle emozioni che arriva proprio intorno a questa età e che mette spesso a dura prova non solo i piccoli ma anche i genitori. Su suggerimento delle educatrici del nido abbiamo iniziato a sfruttare la sua passione per i libri per dare un nome alle emozioni, per conoscerle e riconoscerle e affinare gli strumenti per non lasciarsi sopraffare

I titoli utilizzabili sono moltissimi, alcuni sono dei veri e propri classici internazionali. Ultimamente però è uscita una nuova collana Disney, pubblicata da Giunti, che ha proprio l’obiettivo di favorire lo sviluppo emotivo e le abilità sociali dei più piccoli attraverso l’esempio e le storie illustrate: gli emozionari.

Sono proposte pensate per bambini un po’ più grandi (dai 4 anni circa) ma la presenza di pagine di riflessione, affidate a un Allenatore Emozionale, rende semplicissimo l’utilizzo riadattato sui piccolini, oltre a fornire una guida per i genitori indirizzando non solo la lettura ma anche altre attività da poter fare insieme. In appendice inoltre sono presenti alcune pagine (l’ABC dei sentimenti) che decodificano le diverse situazioni emotive proposte in ogni volume e fornisce consigli pratici per affrontare le tante e diverse sfumature dei sentimenti. Insomma: tutti gli strumenti per orientarsi e sfruttare al meglio il libro per quelle che sono le esigenze uniche di ogni bambino.

Nella collana al momento sono usciti 4 titoli:
Mi fai sentire unico, con i personaggi di Frozen
Le piccole cose che mi fanno felice, con Belle (grande successo qui perché la storia inizia con Belle che sta andando in biblioteca, luogo appunto amatissimo)
Vorrei una coccola, con la pesciolina Dory
Grrr… che rabbia, con i protagonisti di Inside Out (anche questo molto amato, probabilmente per facilità di identificazione!)

La presenza dei personaggi Disney è ovviamente un’attrattiva in più, anche se Tilda ancora non li conosce tutti, ma i colori brillanti, le illustrazioni ricche e il formato super comodo da sfogliare anche in autonomia sono tutti punti non trascurabili in questo momento in cui il libro per lei è ancora soprattutto un oggetto da esplorare. E a questo proposito le copertine con il glitter sbrilluccicante sono l’elemento che le fa dire “adesso leggiamo i libri belli”. 

Per saperne di più qui trovate anche un sito dedicato, dove potete vedere l’approccio utilizzato e i contenuti in modo più approfondito, oltre a poter interagire con l’Allenatore Emozionale che sarà pronto a rispondere a dubbi e domande in chat: https://emozionaridisney.giunti.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*